Investimenti filiera del tabacco in Italia

Scopri gli investimenti di Philip Morris in Italia per la filiera del tabacco.
DJI_0045-24

Filiere d’Italia: innovazione e sostenibilità per costruire insieme la trasformazione del settore del tabacco

L'Italia e la sua filiera tabacchicola, la più importante in Europa, con oltre 50 mila persone impiegate, sono al centro del percorso di trasformazione di Philip Morris: dall’investimento greenfield per la costruzione della fabbrica di Crespellano (BO), sede del primo impianto al mondo per la produzione dei prodotti innovativi del tabacco senza combustione, fino agli accordi per l’acquisto di tabacco italiano e per la tutela, l’innovazione tecnologica e la sostenibilità della filiera agricola.

Un esempio di filiera tabacchicola sostenibile e integrata d’eccellenza unico nel settore che coinvolge circa 30.000 persone e 8.000 imprese fornitrici di cui 1.000 piccole e medie imprese agricole e circa €470 milioni all’anno generati per forniture di beni e servizi in Italia (Fonte: The European House Ambrosetti).

Un percorso virtuoso che stiamo raccontando attraverso un viaggio per l’Italia in collaborazione con The European House Ambrosetti e il Corriere della Sera, sempre a partire dall’impatto generato sul territorio, guardando a quattro dimensioni: economica, sociale, ambientale e cognitiva.

Leggi qui il Rapporto sui Quattro Capitali.

Taranto

A Novembre 2020 è stato inaugurato a Taranto il Philip Morris Digital Information Service Center (DISC), il nuovo centro avanzato di assistenza dei clienti italiani dei prodotti innovativi senza combustione attualmente gestito da una primaria società di telecomunicazioni.

L’investimento, che arriverà fino a 100 milioni di euro in cinque anni e impiega già oggi oltre 300 persone, segna un ulteriore importante passo nell’integrazione della filiera italiana di questi prodotti innovativi, dalla produzione agricola fino all’assistenza dei clienti, passando per la manifattura. Il centro si fonda sullo sviluppo di sistemi operativi avanzati. L’obiettivo è diventare un punto di riferimento e un esempio nel panorama dell’assistenza clienti.

Dieci anni di filiera integrata

Quest’anno Philip Morris celebra i dieci anni di filiera integrata, un modello che rappresenta un’eccellenza assoluta nel settore agricolo, dove solo il 7% delle imprese ha contratti di durata pluriennale (Fonte: The European House- Ambrosetti). Gli accordi di filiera per l’acquisto di tabacco rappresentano il più alto investimento sulla filiera tabacchicola italiana da parte di un'azienda privata: investimenti fino a €1 miliardo (2015-2023) per l’acquisto del 50% della produzione tabacchicola italiana.

L’accordo siglato tra il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e Philip Morris Italia, in cui rientra anche l’intesa con Coldiretti, prevede investimenti fino a un totale di 500 milioni di euro tra il 2019 e il 2023 da parte del gruppo Philip Morris sulla filiera tabacchicola italiana. Complessivamente, l’impegno del gruppo in Italia ha generato investimenti in ambito agricolo per circa 2 miliardi di Euro a partire dal 2000. A conferma di ciò, il 26 Novembre 2020 Philip Morris ha rinnovato il proprio impegno nei confronti della filiera agricola del tabacco, con la conferma di investimenti fino a €100 milioni per il 2021.

tobacco fields

Condividi questa storia