TUTTI
MERITANO
DI CONOSCERE
I FATTI

È UN FATTO:
LA SCELTA MIGLIORE È ABBANDONARE COMPLETAMENTE LE SIGARETTE E LA NICOTINA

Tutti sanno che fumare è dannoso e provoca dipendenza. La scelta migliore per ogni fumatore è smettere completamente di fumare sigarette e di utilizzare nicotina. Mentre in molti effettivamente smettono, quei fumatori adulti che non lo fanno meritano informazioni accurate riguardo alle alternative senza fumo e sulla scienza alla base di esse.

Ci sono alcune diffuse erronee convinzioni che possono generare confusione in merito alle alternative senza fumo. Questo sito fornisce informazioni fattuali che potrebbero essere rilevanti per i fumatori adulti che valutano di lasciare le sigarette per passare ad alternative senza fumo.

È UN FATTO:
LE SIGARETTE ELETTRONICHE E I PRODOTTI A TABACCO RISCALDATO: ASPETTI SIMILI E DIFFERENZE

Cosa hanno in commune?  
Sono senza fumo e non bruciano il tabacco. È la combustione del tabacco che produce la maggior parte delle sostanze chimiche nocive nel fumo di sigaretta. Eliminando la combustione — come nel caso di questi prodotti senza fumo — i livelli di sostanze chimiche nocive generate possono essere notevolmente ridotti. 

In che cosa differiscono? 
Le sigarette elettroniche riscaldano dei liquidi che possono essere aromatizzati, e di solito contengono nicotina estratta dal tabacco. D'altra parte, I prodotti a tabacco riscaldato scaldano il tabacco a una temperatura controllata, al di sotto del livello di combustione. Questo rilascia un aerosol che viene poi inalato. L'aerosol contiene nicotina, che è naturalmente presente nel tabacco, oltre ad alcuni aromi.

È UN FATTO:
LA NICOTINA NON È LA CAUSA PRINCIPALE DELLE MALATTIE ASSOCIATE AL FUMO

La nicotina è naturalmente contenuta nelle foglie di tabacco. Insieme ad altri fattori quali il sapore e l’aspetto rituale, la nicotina è uno dei motivi per cui le persone fumano. La nicotina non è priva di rischi e provoca dipendenza. Ma è il fumo, non la nicotina, la causa principale delle malattie associate al fumo. Alcune persone (inclusi coloro che sono affetti o sono a rischio di patologie cardiache, soffrono di diabete, sono epilettici o soffrono di attacchi) non dovrebbero utilizzare prodotti che contengono nicotina.

I prodotti contenenti nicotina non dovrebbero, inoltre, essere utilizzati nel corso della gravidanza o durante l'allattamento. Analogamente, i minorenni non dovrebbero mai consumare né avere accesso al tabacco o prodotti contenenti nicotina. Le alternative senza fumo generalmente contengono nicotina perché questa può contribuire ad aiutare I fumatori adulti a smettere completamente di fumare sigarette. Questi prodotti non sono ausili alla disassuefazione, inoltre la scelta migliore che ogni fumatore possa fare è quella di smettere completamente di fumare sigarette e di utilizzare nicotina.

 

 

Qual è la differenza tra le sigarette elettroniche e il tabacco riscaldato?

1:05

Thumbnail_Difference between IT
Scaricare

Qual è la differenza tra le sigarette elettroniche e il tabacco riscaldato?

Che cos'è la nicotina?

1:10

Thumbnail_Nicotine_IT
Scaricare

Che cos'è la nicotina?

È UN FATTO:
IL FUMO È IL PROBLEMA PRINCIPALE

Fumare è dannoso e causa gravi malattie. Il problema principale è il fumo in sé. 

Quando una sigaretta viene accesa raggiunge alte temperature e produce indicativamente 6000 sostanze chimiche. Circa 100 di queste sono state identificate come nocive o potenzialmente nocive dalle principali organizzazioni di salute pubblica. Gli alti livelli di queste sostanze chimiche nel fumo di sigaretta sono la causa principale delle malattie associate al fumo.

Esistono alternative innovative che, eliminando la combustione, sono in grado di fornire nicotina senza generare fumo o cenere. Questi prodotti, sebbene provochino dipendenza e non siano privi di rischi, possono ridurre significativamente i livelli medi di sostanze chimiche nocive rispetto alle sigarette.

È UN FATTO:
COS'È IL "CATRAME" E COSA SUCCEDE QUANDO SI ELIMINA LA COMBUSTIONE DEL TABACCO? 

Uno dei componenti più dannosi del fumo di sigaretta è quello che molte persone chiamano "catrame". Il catrame è una misura di peso standardizzata e testata a macchina del residuo di particolato nel fumo di sigaretta, dopo che la nicotina e l'acqua sono state sottratte. Non è un additivo, né è la stessa sostanza usata sulle strade.  

Il contenuto di catrame, nicotina e monossido di carbonio della stessa marca di sigarette può variare a causa delle differenze nella metodologia di test utilizzata dalle diverse autorità sanitarie, e questi metodi di test non rappresentano accuratamente il comportamento reale del fumatore. Di conseguenza, un numero crescente di autorità sanitarie, come quelle dell'Unione Europea, stanno rinunciando a stampare questi valori di misurazione sui pacchetti di sigarette a causa della preoccupazione che possano essere fuorvianti per i consumatori. 

Il catrame non è generalmente usato come metrica in relazione alle alternative senza fumo - come i prodotti di tabacco riscaldato, le sigarette elettroniche e lo snus - perché sono fondamentalmente diversi dalle sigarette in quanto non bruciano tabacco. L'assenza di fumo dovrebbe evitare la generazione di particelle solide e può portare a una riduzione significativa del livello medio di sostanze chimiche nocive rispetto alle sigarette. Questo è soggetto a convalida prodotto per prodotto. 

Anche se creano dipendenza e non sono prive di rischi, le alternative senza fumo, se convalidate scientificamente, possono essere un'alternativa molto migliore rispetto a continuare a fumare. 

La combustione è il problema principale

1:04

Thumbnail_Burning_IT
Scaricare

La combustione è il problema principale

Cos'è il catrame?

1:05

Thumbnail_Catrame_IT
Scaricare

Cos'è il catrame?

 

È UN FATTO:
SI PREVEDE CHE IL NUMERO DI FUMATORI NEL MONDO RIMANGA OLTRE IL MILIARDO ALMENO FINO AL 2025

I danni causati dal fumo di sigaretta sono ben conosciuti, tuttavia oltre un miliardo di persone continua a fumare. Inoltre, questo numero non dovrebbe sostanzialmente variare da qui fino al 2025, secondo le stime dell’OMS.i 

L’opzione migliore è sempre quella di smettere completamente di fumare sigarette e di utilizzare nicotina, ma molti non lo faranno. La confusione riguardo ai prodotti senza fumo impedisce ai fumatori adulti, che altrimenti continuerebbero a fumare, di passare ad alternative migliori scientificamente comprovate.

PERCHÈ PHILIP MORRIS SWITZERLAND SÀRL LO STA FACENDO?

I fumatori riconoscono che fumare è dannoso. Tuttavia, troppi pochi fumatori comprendono che il problema principale del fumo di sigaretta è il fumo in sé. Dove non avviene combustione, non si produce fumo. È per questo che, sebbene non prive di rischi, le alternative senza fumo scientificamente comprovate possono potenzialmente ridurre significativamente l’esposizione a sostanze chimiche nocive rispetto alle sigarette.

Una ricerca indipendente condotta per conto di PMI ha evidenziato che il 43 per cento degli intervistati è confuso in merito a quanto ha visto, letto o sentito riguardo ai prodotti senza fumo.ii Tuttavia, il 76 per cento dei fumatori considererebbe di passare ad alternative meno nocive se ci fosse maggior chiarezza su come questi prodotti si differenziano dalle sigarette e sulla scienza che li supporta. 

Comprendere il problema della combustione e il ruolo della nicotina sono aspetti importanti per quei fumatori adulti che altrimenti continuerebbero a fumare. Ciò li può aiutare a prendere decisioni consapevoli in merito al passare ad un’alternativa migliore rispetto alle sigarette. 

Il sito ha lo scopo di fornire informazioni fattuali di carattere generale riguardo queste tematiche e affrontare le convinzioni erronee in merito alle innovazioni senza fumo. Il sito non ha scopi pubblicitari o di marketing.

i  WHO global report on trends in prevalence of tobacco smoking 2000-2025, 2018.

ii  Sondaggio online commissionato da PMI e condotto da Povaddo tra l’8 e il 24 Dicembre 2020. In totale vi hanno partecipato 22,507 persone in età legale (21+) espressione della popolazione generale, da 20 diversi Paesi e territori (Argentina, Australia, Brasile, Filippine, Germania, Giappone, Hong Kong, Israele, Italia, Korea, Messico, Norvegia, Olanda, Regno Unito, Russia, Spagna, Stati Uniti, Sud Africa, Taiwan, Vietnam). Circa 900 persone espressione della popolazione generale e 200 fumatori adulti hanno contribuito alla ricerca da ciascun Paese e territorio.